Arrivano le storie anche su Facebook e Whatsapp

107 Views 0 Comment

Da qualche giorno anche Facebook e Whatsapp hanno introdotto le “storie”, con l’ultimo aggiornamento.

Le storie sono un modo alternativo di “raccontare” la propria giornata pubblicando video, gif animate e foto che possono essere modificate con filtri o con l’aggiunta di emoji e scritte, ma il primo social che ha introdotto le storie con la durata di 24h è stato snapchat, con 300 milioni di utenti al mese, con una età media inferiore ai 35 anni.

storie

L’idea è a dir poco geniale, infatti molti utenti pubblicano, consapevoli del fatto che le foto non resteranno memorizzate nel loro smartphone, ma soprattutto sono sicuri che la loro privacy verrà rispettata. Infatti oltre le 24 ore, video e foto pubblicate come “storie” vengono eliminati in maniera permanente.

L’idea è piaciuta a Mark Zuckerberg, che nel 2013 ha proposto una succulenta offerta a Snapchat, ma che è stata rifiutata.

Il nostro caro Mark, possessore di Facebook (1.9 miliardi di utenti attivi al mese) e Whatsapp (1.2 miliardi di utenti attivi al mese), ha comunque mantenuto l’idea di introdurre le storie sui suoi social, ma sperimentare la nuova funzione su facebook o whatsapp sarebbe stato molto rischioso, così il primo dei suoi social ad introdurre le storie è stato Instagram (con un’utenza decisamente inferiore), e dopo averla perfezionata ed ottimizzata, la funzione è stata trasportata anche sugli altri due importanti piattaforme.

stories

Ovviamente la funzione è stata apprezzata da un pubblico molto giovane, in particolar modo dai nativi digitali, che in questo modo sono più motivati a pubblicare e restare “socialmente” attivi.

Tutto ciò che pubblichiamo viene memorizzato su grandi memorie chiamate server, distribuite in tutto il mondo con copie e copie dei nostri post e delle nostre foto. Quindi da un punto di vista utente le storie garantiscono maggior privacy, perché anche se memorizzate, verranno distrutte dopo qualche giorno, da un punto di vista tecnico invece, notiamo un sensibile risparmio di memoria, basti pensare che Facebook in un solo giorno immagazzina 500 terabyte di informazioni.

Nonostante le numerose critiche e la condivisione di immagini e post ironici sulla nuova funzione, gli utenti che condividono storie anche sui nuovi social, sono davvero numerosi.

Alla prossima!


Continua a seguirci su:

Facebook Instagram Telegram Rss