Corso di Fotografia #4 – Il tempo di Scatto

125 Views 0 Comment

Benvenuti nella quarta lezione del corso di fotografia, in questa lezione parleremo del Tempo di Scatto!

Corso di Fotografia

Cosa è il tempo di scatto? Il tempo di scatto è la quantità di tempo che la macchina fotografia impiegherà per scattare la fotografia. Come puoi immaginare, più tempo la macchina fotografia impiegherà per scattare la foto, maggiore sarà la quantità di luce che sarà catturata.

Facciamo subito un piccolo esempio: supponiamo di voler scattare più fotografie alla stessa scena cambiando solamente il tempo di scatto e lasciando gli altri due parametri uguali:

Come puoi notare, diminuendo il tempo di scatto viene catturata meno luce, al contrario aumentando il tempo di Scatto la luce catturata sarà maggiore.

Ora che hai appreso come funziona il tempo di scatto sicuramente ti starai chiedendo come è possibile sfruttarlo in casi più comuni ma sicuramente come si fa ad impostare il tempo di scatto. Iniziamo col dire che il tempo di scatto è possibile cambiarlo in modalità manuale oppure in modalità priorità di tempi. Per ora lasciamo da parte la modalità manuale, ci ritorneremo in un secondo momento. Per quanto riguarda la modalità a priorità di tempi, è una modalità in cui il fotografo imposta il parametro tempo e la macchina fotografica imposta in automatico diaframma e sensibilità ISO. E’ possibile attivare la modalità ruotando la ghiera di selezione (Nikon corrisponde la modalità S).

Cosa succede al variare del tempo di scatto?

In fotografia, cambiare l’ impostazione di un parametro piuttosto che di un altro corrisponde a dare un effetto diverso alla fotografia. Nello specifico, regolare il tempo di scatto ha delle ripercussioni sul movimento del soggetto. Infatti utilizzare un tempo veloce serve a congelare il soggetto, al contrario utilizzare un tempo relativamente lungo potrebbe creare un effetto scia.

Utilizzare tempi lunghi senza supporti come monopiede o treppiede potrebbe causare un altro problema, ovvero il micro mosso. Questo fenomeno si verifica quando si scende al di sotto del tempo di sicurezza e l’effetto sarà riscontrabile in un calo di nitidezza nella fotografia.

Come si calcola il tempo di sicurezza?

Premettendo che non esiste una regola precisa per effettuare il calcolo, è possibile approssimarlo come l’inverso della focale equivalente utilizzata. Ad esempio, supponiamo di voler scattare con una focale di 100 millimetri, la prima volta su full frame e la seconda volta su aps-c nikon (fattore di crop di 1,5):

Su full frame la focale equivalente è la stessa della focale effettivamente utilizzata, quindi il tempo di sicurezza si aggira intorno al 1/100 di secondo;

Per quanto riguarda l’aps-c, la focale di 100 millimetri equivale ad un 150 millimetri ( 100 x 1,5), per cui il tempo di sicurezza si aggira su valori di 1/150 di secondo.

Tuttavia il risultato di questo calcolo è da intendersi approssimativo, in quanto dipende anche dalla strumentazione (corpo macchina stabilizzato, obiettivo stabilizzato) e dalla mano ferma di chi scatta. Utilizzare infatti obiettivi e corpi macchina stabilizzati ci consentirà di spingerci oltre il tempo di sicurezza.

 

Prima abbiamo detto che utilizzare un tempo di scatto lungo può creare un effetto scia, tuttavia è possibile sfruttare questo fenomeno a nostro vantaggio per ottenere un effetto creativo:

Immagine correlata

Fonte immagine

In questa foto è stato utilizzato un tempo di scatto di almeno 15 secondi, in tal modo è stato possibile catturare le scie delle macchine in transito sull’ autostrada.

fuoco

In questa foto invece è stato utilizzato un tempo di scatto pari a 10 secondi, il sensore è riuscito a catturare sia l’esplosione che la scia colorata del fuoco d’artificio.

N.B. Per scattare con tempi di scatto lunghi è necessario essere dotati di treppiede!

 

Per oggi è tutto, nella prossima lezione parleremo del Diaframma. Se ti sei perso l’ articolo precedente, abbiamo parlato dell’ esposizione.

Vuoi tornare all’indice del corso? Hai bisogno di approfondire le tue conoscenze in ambito fotografico? Allora dai uno sguardo alla nostra raccolta di articoli dedicati alla Fotografia.

Alla prossima!


Continua a seguirci su:

Facebook Instagram Telegram Rss